Pioli: “Orgoglioso di questi ragazzi, non molliamo mai”

Pioli: “Orgoglioso di questi ragazzi, non molliamo mai”

Stefano Pioli ha parlato a Dazn dopo la vittoria nel derby.

Ecco le sue parole:

“Ho riso guardando la mia corsa, non ho più l’età (ride, ndr). Ma sono troppo felice. Ho una squadra che non molla mai, dei ragazzi che vogliono andare oltre i propri limiti. Una vittoria che ci deve dare convinzione, sapendo che abbiamo gli stessi punti della passata stagione e quindi c’è ancora tanto da fare”.Cosa ha detto alla squadra?

“Che gli ostacoli diventano insormontabili solo per chi non ci crede. Vincere un derby contro un avversario così forte è una grandissima soddisfazione. Dobbiamo essere molto felici, ma ora ci buttiamo sulla Coppa Italia: mercoledì avremo un impegno difficile e vorremo fare bene”.

Sulle opzioni sulla trequarti:

“Nel primo tempo non abbiamo fatto le scelte giuste, non siamo andati negli spazi quando c’era l’opportunità. Molte situazioni pericolose dell’Inter le abbiamo create con passaggi sbagliati nostri. L’Inter nel secondo tempo ci ha aspettato un po’ di più, quindi serviva un po’ più di freschezza ed agilità: Diaz è servito a questo”.

Cosa ti porti dietro da questa partita?

“È vero che nel primo tempo l’Inter ha avuto più occasioni, mi porto dietro il coraggio dei miei giocatori che non hanno avuto paura di affrontare avversari forse anche superiori. Ribaltare una partita così difficile, forse non nel nostro momento migliore… Mi spiace ricordarlo ma la nostra unica sconfitta dell’anno nuovo non è arrivata solo per demeriti nostri. Oggi accettare l’uno contro uno in spazi aperti è una grande soddisfazione, vedere che la squadra anche in difficoltà mantenga questo spirito è una soddisfazione importante. Vedere andare sotto in una partita così importante, reagire così e vincere così contro un avversario così forte mi rende molto orgoglioso”.

Su Giroud: “L’acquisto di Giroud, e che il club abbia inserito giocatori che hanno vinto… Vincere alla lunga vuol dire avere grande atteggiamento come Maignan, Kjaer, Giroud, Ibra… Serve ad alzare il livello di maturità e atteggiamenti. Dal punto di vista delle volontà sono ragazzi che non mollano e lavorano ogni giorno per migliorare”

.Sui cambi a disposizione e Leao:

“Ibra e Rebic sono risorse importanti, mi auguro di averli a disposizione il prima possibile. Rafa secondo me nel primo tempo poteva stare un po’ più aperto, si è un po’ innervosito. Nel secondo tempo si è mosso meglio e lo abbiamo cercato meglio ed è stato più incisivo come può esserlo un calciatore con le sue qualità”.

Su Brahim Diaz:

“Avere giocatori con caratteristiche diverse è un vantaggio per me. Brahim, e vale per tutti i giocatori, conta la qualità dei minuti e non la quantità. Brahim sperava ovviamente di partire dall’inizio, l’importante è mantenere questo atteggiamento di disponibilità”

.Sul fioretto: “È banalissimo: non fumerò per un mese il mio sigaro toscano. Forse mi farà anche bene”.

Oppure seguimi su Twitch

Luigi Mazziotti

Sono Luigi Mazziotti e sono un laureato in Scienze della Comunicazione. Da sempre sono appassionato di calcio e di telecronache, tanto che fin da bambino, toglievo l'audio ai videogame per fare io la telecronaca. Da sempre ligio al lavoro sogno che la mia passione diventi il mio lavoro