Milan, Pellegatti: “Rosa più forte grazie al mercato”

Milan, Pellegatti: “Rosa più forte grazie al mercato”

Il calciomercato del Milan si è concluso con un ultimo colpo, quello di Junior Messias. Con l’arrivo del giocatore brasiliano dal Crotone in prestito oneroso con diritto di riscatto, è finalmente terminata la telenovela relativa al tanto desiderato trequartista, e Pioli può ora disporre della rosa al completo. Dopo i tanti nomi accostati ai rossoneri, da Isco e James fino ad arrivare a Ilicic e a Ziyech, la soluzione Messias potrebbe sembrare un ripiego, ma il giocatore, che ha fatto benissimo a Crotone e che dunque conosce già il campionato italiano, fornisce al tecnico Pioli tante soluzioni in più, essendo in grado di giocare sia da esterno offensivo che da trequartista. Sul mercato del Milan, ritenuto dalla maggior parte degli addetti ai lavori come assolutamente positivo, si è espresso anche il tifoso rossonero più illustre, Carlo Pellegatti.

Pellegatti: “Rosa del Milan più forte rispetto all’anno scorso. Su Messias…”

Carlo Pellegatti, ai microfoni di Tutti Convocati, ha voluto dire la sua sul mercato del Milan. I giudizi sono nettamente positivi, e secondo Pellegatti Maldini e Massara sono riusciti a regalare al tecnico Stefano Pioli una rosa di assoluto livello: “Il Milan, guardando all’intera rosa, è certamente più forte complessivamente rispetto all’anno scorso, resta però da valutare se è più forte negli undici titolari“.

Arriva poi anche l’inevitabile giudizio sull’ultimo colpo del mercato del Milan che sembra non aver scaldato eccessivamente i tifosi rossoneri, Junior Messias: “Quando sento ironie su Messias perché giocava nei campionati UISP e trasportava elettrodomestici, mi viene in mente una cosa: vi ricordate il signor Moggi quando è arrivato Kakà?” Nonostante i numerosi grandi nomi accostati precedentemente al Milan, quello di Messias rappresenta quindi per Pellegatti un ottimo colpo: “Bernardo Silva era stato proposto al Milan. Ma vi pare che il Milan va a cercare uno che costa 70 milioni e che ne prende 8 di stipendio? Avremmo potuto prendere Isco o James Rodriguez, ma i dirigenti hanno preferito andare a prendere un giocatore secondo loro di qualità e che ha fame“.

Oppure seguimi su Twitch

Francesco Basso