Milan: è un Leao super, il rientro di Kessié si sente

Milan: è un Leao super, il rientro di Kessié si sente

Il Milan vola. La netta vittoria di ieri contro la Lazio di Maurizio Sarri ha confermato una volta di più la bontà del lavoro di Stefano Pioli, e ha messo in mostra le qualità di una squadra ormai sempre più sicura dei propri mezzi e con un’identità ben precisa. Sono passate soltanto tre giornate, ma il 2-0 di ieri contro i biancocelesti, che ha permesso ai rossoneri di restare in testa alla classifica a punteggio pieno insieme a Roma e a Napoli, lancia già un chiaro messaggio al campionato: la squadra di Pioli vuole essere protagonista anche quest’anno. Con il primo dei tre difficili impegni di questa settimana superato a pieni voti, le trasferte di Anfield contro il Liverpool di mercoledì e di Torino contro la Juventus di domenica fanno ora un po’ meno paura. Nel Milan super convincente di ieri a brillare sono stati in tanti, da Calabria a Tonali fino ad arrivare a Romagnoli e a Tomori, ma a meritare una menzione particolare ci sono Rafael Leao e Franck Kessié.

Milan: può essere l’anno di Leao, bene Kessié

Nella partita caratterizzata dal ritorno, con gol, di Zlatan Ibrahimovic, oltre che da un’ottima prestazione di Ante Rebic, autore di due assist, a prendersi la scena nella giornata perfetta di San Siro è stato Rafael Leao. L’attaccante portoghese, nel corso dell’ultima sessione di calciomercato, sembrava quasi in procinto di lasciare Milanello, ma la dirigenza rossonera, consapevole del grande potenziale del giocatore, ha deciso alla fine di lasciar partire Hauge. Sulle abilità tecniche di Leao, che ha compiuto da qualche mese 22 anni, non ci sono in realtà mai stati dubbi, e il portoghese, in queste prime partite, sta ricambiando alla grande la fiducia della società nei suoi confronti. Dopo due ottime prestazioni contro Sampdoria e Cagliari, la conferma definitiva del gran momento del giocatore è arrivata ieri contro la Lazio, col gran gol che ha sbloccato il risultato: dopo aver saltato come un birillo Leiva a centrocampo, il portoghese ha scambiato alla perfezione con Rebic per poi infilare un destro all’angolino. Tecnica, velocità, potenza, e finalmente anche testa. Leao è pronto a prendersi il Milan.

C’era grande curiosità invece intorno alla prestazione di Franck Kessié. Il ritorno in campo dell’ivoriano, ancora alle prese con la delicata questione rinnovo, è stato tutto sommato positivo. Sulla valutazione generale pesa inevitabilmente il rigore sbagliato sul finale di primo tempo che avrebbe potuto rimettere in gioco la Lazio, ma la presenza del centrocampista, che ha comunque guadagnato il calcio di rigore con un’incursione delle sue e che ha annullato insieme a Tonali il forte centrocampo biancoceleste, è sempre e comunque fondamentale. Nella speranza che il rebus rinnovo si risolvi positivamente, Pioli può di nuovo contare su uno dei suoi leader.

Oppure seguimi su Twitch

Francesco Basso