Theo sbaglia e non brilla, senza di lui il Milan va in affanno

Theo sbaglia e non brilla, senza di lui il Milan va in affanno

Theo sbaglia e non brilla, senza di lui il Milan va in affanno.

L’errore contro la Sampdoria si somma ad alcune altre incertezze difensive del terzino. Ma la freccia francese resta uno degli uomini imprescindibili dell’undici di Pioli.

“Impara dagli errori e lavora ogni giorno per migliorare”, questo il messaggio pubblicato da Theo Hernandez sui social poco dopo il fischio finale di Milan-Sampdoria 1-1.

Un post per chiedere scusa ai tifosi, quello della freccia francese, colpevole di un errore sanguinoso sul gol del vantaggio della squadra di Ranieri. Un disimpegno superficiale che si è trasformato in un assist involontario per Quagliarella, che con un morbido pallonetto alla Totti ha tagliato fuori l’incolpevole Donnarumma.

Un errore grossolano che macchia ulteriormente una prestazione incerta nella quale, se si esclude una delle solite sgroppate nel primo tempo fermata con un fallo da Adrien Silva (infrazione punita con la prima ammonizione per il mediano poi espulso nella ripresa), Theo è apparso piuttosto insicuro in entrambe le fasi.

Risulta fin troppo facile, adesso, per la critica più ostile, riportare alla luce il solito dibattito sulle incertezze difensive del francese, tanto letale in attacco, quanto a volte rivedibile nella propria metà campo.

Quel che occorre ora è una sterzata delle sue, per rimettere subito in chiaro il proprio valore e per aiutare il Milan a mantenere saldo un secondo posto che, visto il momento di difficoltà, sarebbe alquanto prezioso.

Oppure seguimi su Twitch
Giuseppe Marino

Giuseppe Marino