Stankovic: “Ultimo calcio d’angolo? Al Milan l’avrebbero fatto battere, ma non piango”

Stankovic: “Ultimo calcio d’angolo? Al Milan l’avrebbero fatto battere, ma non piango”

Dejan Stankovic, allenatore della Stella Rossa, ha parlato a Sky subito dopo il pareggio per 1-1 contro il Milan.

Ecco le sue dichiarazioni:

Sulla gara: “I miei ragazzi sono stati coraggiosi, bravi. C’erano le possibilità per qualificarci ma io non piango, anzi sono molto orgoglioso. Hanno dimostrato che possono fare grandi cose, sarò sempre al loro fianco, se lo meritano”.

Sul ruolo da allenatore: “Anche il club credeva in me, dicevano che ero giovane ma non ho giocato a cricket”.

Su Ibrahimovic: “E’ un fratello, più di un amico. Può resistere a qualsiasi colpo”.

Sul momento del Milan: “Deve migliorare, gli ultimi 20 giorni sono andati un po’ così. Il campionato dipende solo dall’Inter, in questo momento è favorita per lo scudetto”.

Sul finale: “Ero dispiaciuto per l’angolo, ma non piango. Lasciacelo battere, il Milan lo avrebbe battuto, così come altre squadre di questo livello. Lascialo battere l’angolo a questi ragazzi che hanno dato tutto, come premio, ma io non piango”.

Oppure seguimi su Twitch
Luigi Mazziotti

Luigi Mazziotti

Sono Luigi Mazziotti e sono un laureato in Scienze della Comunicazione. Da sempre sono appassionato di calcio e di telecronache, tanto che fin da bambino, toglievo l'audio ai videogame per fare io la telecronaca. Da sempre ligio al lavoro sogno che la mia passione diventi il mio lavoro