Spezia-Milan, le pagelle: si salva solo Donnarumma

Spezia-Milan, le pagelle: si salva solo Donnarumma

Pesante battuta d’arrresto del Milan al “Picco” di La Spezia. Andiamo a vedere le pagelle dei rossoneri.

Donnarumma 6,5: l’unico a salvarsi in una serata disastrosa. Nel primo tempo salva un goal già fatto evitando il goal dell’ex di Saponara, le voci sul rinnovo non lo stanno disturbando.

Dalot 4: serata da incubo per il laterale portoghese. Sbaglia tutto quello che si potrebbe sbagliare. In ritardo sul goal dell’uno a zero, inesistente in fase offensiva.

Kjaer 5,5: prova a mettere la sua leadership al servizio della squadra facendo anche l’allenatore in campo, ma è ancora condizionato dal recente infortunio e non riesce a giganteggiare come al solito. (Dal 65′ Tomori 6: entra per far rifiatare Kjaer. Ordinato e preciso come sempre, ma ormai non può cambiare le sorti di una gara compromessa).

Romagnoli 5: la scivolata disperata sul primo goal serve a Maggiore l’assist per il goal del vantaggio. Soffre molto l’agilità e l’intraprendenza di Agudelo, non riuscendo mai a prendere le misure al colombiano.

Theo Hernandez 5,5: nel primo tempo è uno dei pochi che prova qualcosa in fase offensiva, compreso un colpo di testa che esce di poco. Nella ripresa si perde nel disastro rossonero.

Bennacer 5: palesa un evidente ritardo di condizione, comprensibile dopo il lungo stop. Non riesce quasi mai a ricevere palloni da giocare in avanti, Pioli lo sostituisce per dare una scossa che non arriva. (Dal 64’Meitè 5,5: entra per dare gamba al centrocampo rossonero non riuscendo tuttavia ad ostacolare l’indiavolata mediana dei padroni di casa).

Kessiè 5: se non gira l’ivoriano, non gira il Milan. Anche lui inspiegabilmente impreciso e distratto, non riesce a fare il solito filtro e a legare le due fasi; la squadra inevitabilmente ne risente.

Saelemaekers 4,5: riesce a fare ancora peggio rispetto alle ultime uscite palesando una notevole involuzione. Sbaglia anche appoggi elementari, Pioli si spazientisce e lo sostituisce. (Dall’83’ Castillejo SV).

Calhanoglu 4,5: non il rientro che tutti si aspettavano. Lo Spezia lo marca a uomo e lui non riesce quasi mai a rendersi pericoloso, eccetto qualche cross su calcio piazzato. (Dall’83 Hauge SV).

Rafael Leao 5,5: qualche spunto dei suoi, ma nel complesso una partita anonima. Va detto anche che gli arrivano pochi palloni giocabili, in una serata in cui il Milan si difende per quasi tutta la gara. (Dal 64′ Mandzukic: lontano parente del giocatore ammirato alla Juventus, entra quando ormai la situazione è compromessa).

Ibrahimovic 5,5: prova a caricarsi come sempre la squadra sulle spalle con qualche spizzata e qualche sponda delle sue. Ismajli però è bravo ad anticiparlo spesso rendendolo quasi sempre inefficace. Troppo solo là davanti.

Pioli 5: stavolta anche lui ha delle colpe per non essere riuscito a cambiare in corsa l’inerzia della gara. Troppo fermo sul classico 4-2-3-1, neutralizzato da Italiano col suo 4-3-3 dinamico.

Oppure seguimi su Twitch
Fabrizio Febi

Fabrizio Febi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.