Il Milan batte la Roma e scaccia la crisi: all’Olimpico la decide Rebic

Il Milan batte la Roma e scaccia la crisi: all’Olimpico la decide Rebic

Importantissimo successo del Milan nel big match della 24a giornata contro la Roma allo stadio “Olimpico”. I rossoneri si lasciano alle spalle la doppia sconfitta con Spezia ed Inter e consolidano il secondo posto, mettendo una seria ipoteca sulla qualificazione alla prossima Champions League.

Il Milan parte bene e al 3′ Ibrahimovic impregna Pau Lopez con un sinistro dopo un uno-due con Theo Hernandez, il tiro però è troppo centrale e l’estremo difensore spagnolo riesce a deviare in angolo. Sul corner successivo Ibra mette in rete ma il gioco era fermo per un fuorigioco di Tomori. Al 5′ follia di Pau Lopez che si fa rubare palla da Ibrahimovic, ma lo svedese prova un’improbabile colpo di tacco e la palla finisce fuori. Al 9′ altro goal annullato ad Ibrahimovic ancora per fuorigioco. In campo c’è solo il Milan e al minuto 11 si vede Rebic con una conclusione che finisce a lato. La Roma si vede per la prima volta al 22′ con un tiro al volo di Veretout comodamente parato da Donnarumma. Al 27′ traversa di Kjaer sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 29′ anche la Roma si iscrive al club dei goal annullati: va in rete Mkhytarian ma il gioco era fermo per un fallo di Mancini in mischia. Al 32′ altra occasione per Rebic che lascia partire una conclusione interessante sulla quale Pau Lopez è attento e devia in angolo. Al 43′ il Milan trova il meritato vantaggio grazie ad un calcio di rigore del cecchino Kessiè, che trasforma con freddezza il penalty assegnato dal Var per un fallo in area su Calabria. Si va quindi al riposo sul risultato di 1-0 per il Milan.

Pioli, all’uscita dagli spogliatoi, inserisce Brahim Diaz per Calhanoglu, a causa di problemi fisici del numero 10. Il secondo tempo inizia in maniera scoppiettante con la Roma che trova il pareggio al 50′ con un gran destro di Veretout su assist di Spinazzola. AL 56′ entra Leao per Ibrahimovic, con lo svedese che da metà primo tempo lamentava un fastidio al ginocchio. Al 58′ il Milan torna in vantaggio grazie ad una gran giocata di Rebic, che riceve spalle alla porta, si gira e scarica un gran sinistro sul quale Pau Lopez non può nulla. La Roma si rifa viva al 64′ con un colpo di testa di Pellegrini che finisce debolmente tra le braccia di Donnarumma. Al 66′ anche Rebic è costretto al cambio a causa di problemi fisici, al suo posto entra Krunic. Al 69′ grande giocata di Leao che si libera in area e lascia partire un tiro che non è sufficientemente angolato per battere Pau Lopez. Al 71′ grande giocata di Theo Hernandez che si libera al tiro ma la sua conclusione viene deviata in extremis in calcio d’angolo. Al 70′ pericoloso Tomori con una spaccata sotto misura in area, ma la palla non prende l’angolazione giusta per entrare in rete. Al 72′ lampo di Mkhitaryan con l’armeno che disorienta Kessiè e lascia partire un sinistro a giro che termina di poco alto alla destra di Donnarumma. Il Milan in questa fase agisce di rimessa e va vicina al 3-1 con un tiro dalla trequarti di Krunic che per poco non beffa Pau Lopez. A questo punto la Roma si getta alla disperata in avanti alla ricerca del goal del pareggio, ma le idee dei giallorossi sono parecchio confuse e non si vedono chiare occasioni da goal. L’ultima occasione per i padroni di casa è il doppio tiro di Pedro (respinto) e di Mkhitaryan (troppo centrale per impensierire Donnarumma). Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro guida pone fine alle ostilità, il Milan può festeggiare un successo di importanza fondamentale e che potrà dare una grande carica per il proseguimento del campionato.

Oppure seguimi su Twitch
Fabrizio Febi

Fabrizio Febi