Pioli: “Grande carica dai tifosi e vittoria pesante ma il lavoro non è ancora finito”

Pioli: “Grande carica dai tifosi e vittoria pesante ma il lavoro non è ancora finito”

Stefano Pioli ha parlato a Dazn dopo la vittoria del Milan contro l’Atalanta.

Ecco le sue dichiarazioni:

Sui tifosi: “Dovevo salutarli, era l’ultima partita. E’ un anno che ci fanno emozionare. Il lavoro però non è ancora finito, ci manca una settimana in cui dobbiamo lavorare duramente ed essere sereni”. 

Sulla prestazione: “Sono molto soddisfatto perchè avevamo di fronte una squadra forte. Difensivamente abbiamo concesso poco. Abbiamo provato tante cose per provare a trovare la soluzione giusta in zona offensiva. Questa vittoria è un altro bel premio per i ragazzi”. 

Sull’atteggiamento: “Tutte le partite precedenti ci hanno insegnato che sta dentro con la testa abbiamo poi la qualità per vincere la partite. Le ultime vittorie ci hanno dato ancora più fiducia. Abbiamo ancora dei difetti, ma noi cerchiamo sempre di esaltare le nostre qualità”. 

Sugli ultimi giorni: “Sto vivendo settimane normali a Milanello perchè vedo i ragazzi sereni e tranquilli e che lavorano nel modo giusto. Vedo i ragazzi concentrati e fiduciosi. I tifosi oggi ci hanno dato una grande carica. Io penso a fare un’altra settimana così. Ai ragazzi ho fatto vedere un’intervista di Kobe Bryant in cui diceva che, nonostante il 2-0 nei playoff di NBA, il lavoro non era ancora finito. E lo stesso vale per noi, abbiamo fatto tanto, ma non ancora tutto. Quindi concentrazione, determinazione e serenità”. 

Sul modo di stare in campo del suo Milan: “E’ la cosa che mi rende più orgoglioso. I ragazzi sono stati sempre molto disponibili, abbiamo chiesto loro principi di gioco nuovi, c’era bisogno di tempo. A questi giocatori potrei chiedere qualsiasi cosa. A loro piace preparare così le partite ed esaltare le nostre qualità. Ora ci manca ancora una settimana di lavoro, poi vedremo cosa succerà”. 

Oppure seguimi su Twitch
Luigi Mazziotti

Luigi Mazziotti

Sono Luigi Mazziotti e sono un laureato in Scienze della Comunicazione. Da sempre sono appassionato di calcio e di telecronache, tanto che fin da bambino, toglievo l'audio ai videogame per fare io la telecronaca. Da sempre ligio al lavoro sogno che la mia passione diventi il mio lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.