Milan: problemi in difesa, troppi gol subiti

Milan: problemi in difesa, troppi gol subiti

Nelle ultime 7 gare di campionato (da dicembre ad oggi) il Milan ha subito 11 gol, serve invertire la tendenza.

Tranne che contro il Benevento, che ha sbagliato l’impossibile in 11 contro 10, gli uomini di Pioli subiscono almeno un gol a partita dal 6 dicembre contro la Sampdoria. Nelle precedenti 10 di Serie A era la miglior difesa, ma nonostante sia diminuita la solidità difensiva, il Milan non ha perso punti fino alla partita contro la Juventus. Complici gare che si sono rivelate più toste del previsto (come Genoa e Parma), la solidità di alcuni interpreti della difesa rossonera è calata nelle prestazioni. Più nella fase di non possesso che in fase propositiva, dato che Theo e Calabria hanno portato parecchi gol e assist. Soprattutto il francese però ha dimostrato attitudini difensive non di alto livello. Spesso infatti rientra pigramente o si lascia sfuggire qualche inserimento di troppo.

Lo stesso capitano Romagnoli non pare avere le stesse sicurezze del collega Kjaer. Infatti da quando è cominciato a mancare ha lasciato un vuoto importante al centro dell’area rossonera. Il giovane Kalulu ha dimostrato di avere grandi potenzialità, ma la presenza del difensore danese ha dato certezze a tutto il reparto arretrato, diventando fondamentale per lo stesso Romagnoli. Già contro il Torino sarà importante non subire gol dato che gli infortuni a centrocampo e in attacco (Calahnoglu, Ibrahimovic e Rebic) tolgono pericolosità alla manovra del Milan, che al momento si sta affidando principalmente al talento di Leao. I 4 giocatori davanti a Donnarumma torneranno ad essere i titolari inamovibili. Assieme all’instancabile Kessie dovranno prima di tutto dare una dimostrazione di compattezza e portare a casa una vittoria mantenendo la rete inviolata.

Oppure seguimi su Twitch
Alberto Vaccari

Alberto Vaccari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.