Milan 2-0 Torino: primi a +4 dall’Inter, Leao e Kessie decidono la gara

Milan 2-0 Torino: primi a +4 dall’Inter, Leao e Kessie decidono la gara

Buone notizie per i tifosi del Milan. Concretezza e solidità, tornano Calahnoglu e Ibrahimovic

PRIMO TEMPO

Primi 45 minuti a senso unico in quel di San Siro con un Milan che fa la partita sotto tutti i punti di vista. I rossoneri schiacciano il Torino con un pressing costante, costringendo gli ospiti a difendersi in 11, i granata di fatto non escono dalla propria metà campo. Per 20 minuti rischiano poco, unico pericolo un’indecisione di Sirigu che la passa a Castillejo , per sua fortuna il pallone esce sul rimpallo. Al 25′ i padroni di casa sbloccano il risultato grazie ad una bella triangolazione di prima tra Theo, Brahim Diaz e Leao. Il portoghese controlla e di piatto destro supera l’estremo difensore, 1-0 Milan.

Al 32′ un ispirato Brahim Diaz entra in area dalla destra e si scontra con Belotti, l’intervento è dubbio e l’arbitro Maresca viene chiamato al VAR, è rigore. Dal dischetto va Kessie che al 36′ raddoppia per i rossoneri, doppio vantaggio meritato. Unico tiro verso lo specchio per il toro è il calcio di punizione dai 20 metri dell’ex Ricardo Rodriguez, il quale colpisce la parte superiore della traversa. Il primo tempo si conclude con un’occasione di Kessie servito a rimorchio da Leao in conclusione di un contropiede fulmineo. Le squadre rientrano sul 2-0 per il Milan.

SECONDO TEMPO

La partita riprende e i granata mostrano un piglio diverso ma i “diavoli” difendono attentamente e ripartono con velocità. Al minuto 52′ Verdi entra in contatto con Tonali in area, il direttore inizialmente indica il dischetto ma cambia decisione dopo un controllo VAR. Il numero 8 rossonero subisce il colpo e dolorante esce per far posto a Diogo Dalot, con Calabria che sale a centrocampo. Al 60′ entra Calahnoglu per Diaz mentre nel Torino escono Gojak per Linetty al 46′, Rodriguez e Izzo per Murru e Zaza al 64′. Ammonito Leao per simulazione al ’79 e uscirà per far posto a Ibrahimovic 5 minuti dopo. Il “gallo” Belotti é l’orgoglio della squadra di Giampaolo, si abbassa, corre, conquista falli ed è l’unico faro in fase offensiva ma all’86′ esce per aver preso un colpo da Dalot qualche minuto prima, al suo posto Bonazzoli.

Finisce 2 a 0 la sfida del Meazza col Milan che si porta momentaneamente a +4 dall’Inter. Vittoria meritata per i ragazzi di Pioli che sono stati concreti e cinici nello sfruttare le occasioni create.

Oppure seguimi su Twitch
Alberto Vaccari

Alberto Vaccari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.