Il mercato del Milan con il fondo Investcorp

Il mercato del Milan con il fondo Investcorp

Con il sempre più probabile avvento del fondo Investcorp alla guida del club, la situazione relativa al mercato del Milan potrebbe cambiare. La scorsa estate il fondo Eliott ha contribuito economicamente all’acquisto di giocatori per un totale di 72 milioni di euro. Anche se la trattativa per la cessione del club non dovesse andare in porto, sarebbe lecito ipotizzare una campagna acquisti estiva ancor più ricca. Come mai? Per i seguenti motivi: il Milan si è qualificato per il secondo anno consecutivo in Champions League, attraendo certamente nuovi sponsor; il Milan ha vissuto un anno entusiasmante soprattutto dal punto di vista della partecipazione dei tifosi, con un San Siro spesso e volentieri tutto esaurito (al contrario dell’anno scorso, anche a causa delle restrizioni anti-covid). Infine, rispetto alla scorsa estate, dovrebbero concretizzarsi anche alcune entrate, come ad esempio quella di Hauge al Francoforte.
Insomma, come si era ipotizzato, sarebbe stato lecito pensare a un budget intorno al centinaio di milioni di euro, messi a disposizione dal fondo gestito da Paul Singer. L’arrivo del fondo arabo aumenterà di certo questa cifra, pur non arrivando a raddoppiarlo o triplicarlo. È importante infatti ricordare la lezione dei 250 milioni di euro spesi da Yonghong Li solo qualche anno fa e alle terribili conseguenze in termini di indebitamento e rischio fallimento.

Difesa

Tra i pali non dovrebbero esserci particolari stravolgimenti: Maignan dovrebbe rimanere il titolare, affiancato da uno tra Tatarusanu e Mirante. Come terzo potrebbe aggiungersi Plizzari (in rientro dall’ennesimo prestito) o Jungdal dalla primavera.
Il probabile addio di capitan Romagnoli e le incertezze fisiche di Kjaer dovrebbero portare all’acquisto di un ulteriore titolare al centro della difesa. Il nome più accreditato è ovviamente quello di Botman, che potrebbe trasferirsi dal Lille per una cifra vicina ai 30 milioni.
Tra i terzini, oltre alle conferme di Theo e Calabria e al probabile riscatto di Florenzi, l’unico rinforzo potrebbe essere un sostituto di Ballo-Tourè sulla sinistra. Possono interessare al Milan i nomi di Parisi dell’Empoli o Cambiaso del Genoa.

Centrocampo

A centrocampo, il mercato girerà certamente intorno all’addio di Frank Kessiè, atteso da Xavi in Spagna. Probabilmente, grazie al budget sostanzioso messo a disposizione da Investcorp per il mercato, il Milan deciderà di sostituirlo sia con Pobega (in rientro da Torino dopo un’ottima stagione) che con un nuovo rinforzo. I nomi che circolano maggiormente sono quelli di Renato Sanches del Lille (25-30 milioni) o del giovane Asllani dell’Empoli (intorno ai 10). Attenzione anche al nome di Frattesi del Sassuolo, su cui è forte la concorrenza dell’Inter.
Una suggestione decisamente più emozionante ruota intorno al nome di Sergej Milinkovic-Savic, centrocampista della Lazio che quasi certamente lascerà Roma in estate. Per lui si parla di cifre maggiori, tra i 60 e i 70 milioni, e dell’interessamento di molti altri club in giro per l’Europa. Si potrebbe cercare di convincere il serbo con la promessa di restare in Italia e lottare per obiettivi più importanti.
Da non dimenticare, infine, l’arrivo di Adli dal Bordeaux. Il francese è in grado di giocare sia sulla trequarti che in mediana e sarà un rinforzo importante per Stefano Pioli.

Attacco

In attacco si attendono i colpi più sostanziosi del mercato rossonero. Sicuramente arriverà un esterno destro di spessore: si parla di Asensio del Real Madrid, di Berardi del Sassuolo o di Lang del Club Bruges, ma sicuramente appariranno molti altri nomi nel corso delle prossime settimane. Il profilo ideale? Un giocatore in grado di giocare anche al centro della trequarti e di assicurare almeno dieci reti stagionali.
Inoltre, se arriveranno offerte interessanti, potrebbe concretizzarsi l’addio di uno tra Saelemaekers e Rebic, oltre alla cessione di Castillejo. Infine, andrà valutato il riscatto di Messias dal Crotone.
Al centro dell’attacco qualsiasi decisione è legata al ritiro di Zlatan Ibrahimovic. Potrebbe arrivare il solo Origi (parametro zero dal Liverpool) oppure anche un’altra punta. Si è parlato a lungo di Belotti e di Scamacca, il sogno potrebbe però rispondere al nome di Haller dell’Ajax, valutato intorno ai 50 milioni.

Ci attende un’altra estate piena di nomi e trattative, il Milan 2022-2023 prenderà forma con calma e il mercato, grazie al fondo Investcorp, avrà una faccia diversa.

Oppure seguimi su Twitch
Andrea Roderi

Andrea Roderi