Donnarumma, se non rinnovi dove vai? Raiola ha il manico di un coltello spuntato

Donnarumma, se non rinnovi dove vai? Raiola ha il manico di un coltello spuntato

La questione rinnovi è sempre calda in casa Milan, e i nomi di Donnarumma e Raiola tra i più bollenti. Con l’agente di mezzo, si sa, difficilmente si può stare tranquilli, soprattutto se i pochi mesi che mancano al termine del contratto, porgono il manico del coltello dalla sua parte. Ma lui d’altronde, non fa altro che il suo lavoro, anche se questa volta la lama potrebbe non essere così affilata…

L’ultima firma dei Donnarummas (come dimenticare il fratello infatti), 4 anni fa. Oggi come allora, l’Europeo U21 apriva i battenti. 4 anni in cui Gigio è cresciuto. Se ieri difendeva i pali degli azurrini di Di Biagio, oggi è titolare nella nazionale maggiore di Mancini. Se ieri era già uno dei più grandi talenti in circolazione, ma comunque ancora acerbo, oggi è di certo più maturo. E se 4 anni fa sono bastati “solo” 6 milioni, oggi la richiesta è quasi raddoppiata.

Il Milan però ha tutte le intenzioni di trattenere il proprio numero uno, così come lui non ha particolari motivi per lasciare Milanello. Un matrimonio che sembrerebbe già scritto, se non fosse per Raiola. Già, perchè come già detto, l’italo-olandese svolge il suo lavoro con cura, e alla fine tifa solo per il proprio team , ossia il miglior offerente. Resta solo da capire chi sia realmente. I rossoneri sono pronti a fare uno sforzo e raggiungere anche gli 8 milioni. Tetto massimo e invalicabile. Mentre la richiesta dell’agente dovrebbe essere di circa 10, ma siamo sicuri che in Europa ci sia qualcuno pronto a soddisfarla?

Insomma già con 8 milioni di stipendio all’anno, Donnarumma diventerebbe uno dei portieri più pagati al mondo. A superare quella cifra, sono davvero in pochi. In cima alla classifica c’è De Gea, irraggiungibile, con i suoi 20 milioni, poi Courtois con 13, e Navas con 12. United, Real e Psg. Gli unici insieme a City e Barca forse, che potenzialmente potrebbero soddisfare le cifre faraoniche richieste da Raiola. Cosa hanno tutte queste squadre in comune -oltre alla capacità economica- be, sembra semplice, sono tutte coperte tra i pali. E perchè dovrebbero rimpiazzare dei giocatori che forniscono garanzie? Soprattutto in un’estate dove, tra Haaland, Mbappe, o Messi in scadenza, le scintille molto probabilmente le riserveranno tutti per l’attacco. Insomma se Raiola e Donnarumma, non dovessero accettare gli 8 milioni offerti da Maldini, sono così tanto sicuri di trovare qualcuno pronto a offrire di meglio?

leggi anche: Milan, chi va e chi resta in estate?

oppure: Milan, occhi su Singo per la prossima stagione

Oppure seguimi su Twitch
Matteo Ponciroli

Matteo Ponciroli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.