Tonali, alti e bassi ma il riscatto non è in dubbio

Tonali, alti e bassi ma il riscatto non è in dubbio

Sandro Tonali è stato, senza dubbio, il più importante acquisto del Milan nella scorsa sessione estiva di calciomercato. L’ex Brescia sembrava ormai ad un passo dall’Inter ma la sua voglia di vestire rossonero ha convinto Cellino a cederlo al Milan. Ricordiamo brevemente le cifre dell’operazione: prestito oneroso (10 milioni di euro) con diritto di riscatto fissato a 15 milioni + 10 di bonus.

Tonali, nei primi mesi in rossonero, ha dovuto lottare per scalare le gerarchie che lo vedevano inizialmente come alternativa del titolarissimo Bennacer. Le prime prestazioni sottotono erano dettate anche dagli strascichi del Covid-19, contratto dal giocatore in estate. Nella seconda parte di stagione, però, Pioli ha iniziato a impiegarlo con maggiore frequenza dopo i continui guai fisici di Bennacer. Il numero 8, fino ad ora, ha alternato prestazioni sufficienti ad altre sottotono.

Nonostante questo, però, il riscatto non è in dubbio. Il Milan ha fatto un investimento importante su di lui e intende aspettarlo. In Via Aldo Rossi si augurano che la sua parabola possa essere simile a quella dell’alter-ego Bennacer: anche l’algerino, nei primi mesi in rossonero, non aveva convinto per poi esplodere nel post lockdown.

Oppure seguimi su Twitch
Fabrizio Febi

Fabrizio Febi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.